PROPOSTE 2021 – GREEN PASS PER L’ACCESSO IN FIERA

Come previsto dalla normativa vigente e con l’obiettivo di tutelare aziende, visitatori, fornitori e dipendenti, a tutti coloro che accederanno in fiera durante lo svolgimento delle manifestazioni espositive, da settembre 2021, sarà richiesto oltre al pass d’ingresso, anche il ‘green pass’(per chi ne fosse sprovvisto, sarà eseguibile un test rapido antigenico all’ingresso della fiera dalle ore 8:00 alle ore 18:00, a tariffa convenzionata).
La Certificazione green pass attesta una delle condizioni di seguito riportate:

  • la somministrazione a 15 giorni dalla prima dose di vaccino oppure conclusione del ciclo vaccinale
  • l’esito negativo di un tampone molecolare o rapido nelle 48 ore precedenti
  • la guarigione da COVID-19 nei sei mesi precedenti.

COME AVVIENE LA VERIFICA

La verifica dell’autenticità del certificato è effettuata dagli operatori autorizzati nel rispetto della privacy.
L’interessato, su richiesta del verificatore, esibisce un proprio documento di identità in corso di validità ai fini della verifica di corrispondenza dei dati anagrafici presenti nel documento.
Si precisa che, successivamente all’esibizione della certificazione verde, la stessa non verrà in alcun modo trattata, trattenuta, tracciata, né conservata, in conformità a quanto disposto dall’Autorità Garante della protezione dei dati.
Si ricorda che per l’accesso al quartiere fieristico si richiede di osservare quanto segue:

  • Insieme all’e-badge personale sarà richiesto di esibire anche il ‘green pass’. L’e-badge dovrà essere mostrato su supporto digitale;
  • È esplicitamente vietato l’accesso alle persone che presentano febbre oltre 37,5 °C. A tal proposito, presso tutti i varchi di accesso pedonali e veicolari, sono state predisposte postazioni per la misurazione della temperatura corporea;
  • È obbligatorio indossare apposite mascherine per l’intera durata della permanenza all’ interno del quartiere fieristico;
  • Si raccomanda di mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Attualmente in Italia sono stati autorizzati i seguenti vaccini: Comirnaty di Pfizer-BioNtech / Spikevax (Moderna) / Vaxzevria di AstraZeneca / Janssen (Johnson & Johnson).

Nel rispetto dell’informativa privacy e in ottemperanza alla normativa in essere, viene mantenuto un registro delle presenze per una durata di 14 giorni.